Sentire armonico fondamentale : orecchio assoluto o relativo

Ho una domanda da fare: sentire l’armonico fondamentale di ogni nota è una capacità  dell’orecchio assoluto o relativo? Mi spiego, suonando una nota qualsiasi, con un qualsiasi strumento, in sovrapposizione alla nota stessa sento l’armonico fondamentale che compone la nota, ad esempio se suono il la sento lo stesso suono del diapason. Questo però non mi basta a riconoscere le note in modo assoluto poichè non sento ancora nessun carattere particolare nelle note per aiutarmi a distinguerle fra di loro. C’è un esercizio specifico che aiuti in questo? ps: Ho fatto caso, prendendo spunto dal post precedente il mio, ad una piccola differenza fra fa# e mi bemolle. Sono sulla buona strada? Grazie.

Esercizi e differenze tra orecchio assoluto e relativo

Non ho compreso bene la prima parte della tua domanda, Joe. Considera che se riconosci una nota confrontandola con un altra che comunque senti o hai appena sentito, allora si tratta di orecchio relativo, mentre se riconosci la nota così come è, senza alcun confronto, ma solo in base al suo colore o carattere peculiare, allora trattasi di orecchio assoluto, come detto diverse volte. Per sviluppare questa capacità  l’esercizio migliore è lo sblocco delle note, vale a dire il suonare due, tre o più note insieme (accordo), vicine o lontane e semplicemente distinguerne il suono (non il nome o la nota, ma semplicemente il diverso suono) e cantarle dal basso verso l’alto. E’ un esercizio molto potente per sviluppare l’orecchio assoluto, forse il migliore in assoluto ;) scusate il gioco di parole. Anche distinguere bene la differenza di sfumatura e carattere tra fa# e Mib è utile per indicare al proprio cervello o mente un certo tipo di percorso o strada. Fatemi sapere come procede e se avete altre domande. Vorrei sottolineare che anche se uno non raggiunge l’orecchio assoluto, migliora la sua capacità  di ascolto e di riconoscimento delle note e dei suoni in maniera esponenziale, con questi esercizi di ear training.

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. fra_m ha detto:

    Salve a tutti, leggo per la prima volta in questo forum e lo trovo molto interessante.
    Per quanto riguarda quelle capacità  che in generale vengono indicate come “orecchio” volevo chiedervi a cosa ਠlegato lo sviluppo dell’orecchio che porta a riconoscere l’armonia (la linea del basso, gli accordi…). Io non posseggo queste capacità , mentre sono capace di riconoscere le note e quindi le melodie, pi๠precisamente quando sento una nota, nel mio cervello risuona il nome della nota. Questa cosa l’ho sviluppata studiando pianoforte e mi ਠstata molto utile nel preparare l’esame di solfeggio (il dettato melodico per me era banale e a volte avevo l’impressione di barare!). Adesso mi chiedo se sia stato corretto sviluppare l’orecchio in questo modo, soprattutto considerato che invece non riesco a riconoscere l’armonia nonostante i miei sforzi. Non ਠche il mio orecchio “melodico” metta il bastone fra le ruote allo sviluppo di quello armonico? Cosa potrei fare per migliorarlo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

css.php