Preamplificare per microfono valvolare e a transistor

Esistono due tipologie di pre-amplificatore: valvolare e a transistor (e soluzioni miste).
La differenza principale sta nei vari passaggi di amplificazione del segnale che avviene tramite le valvole anziché i transistor. (oppure da entrambe nelle soluzioni miste).
Ovviamente ciò produce caratteristiche sonore diverse per via della diversa risposta audio tra
valvole e transistor.

preamplificatore microfono

Preamplificatore per microfono stereo, mono, multicanale e stand alone

Per concludere spendiamo qualche parola sulla composizione di questi preamplificatori microfonici.
Possono essere ovviamente monofonici, stereofonici, oppure multicanale. Possono essere “stand alone”
oppure inglobati dentro sistemi più complessi (channel streap,mixer, schede audio) dove ci sono anche
passaggi di compressione,equalizzazione, gating e quant’altro.
Possono essere utilizzati anche per preamplificare segnali che non provengano necessariamente da
microfoni, per esempio il segnale di una chitarra o di un basso. Infatti anche i segnali provenienti
da questi strumenti sono ad alta impedenza e necessitano di un passaggio di preamplicazione
(gli amplificatori che generalmente “affiancano” questi strumenti a corda hanno, di fatto, uno stadio
interno di preamplificazione prima di quello di amplificazione vero e proprio che consente di far
“strillare” il cono -o i coni- che compongono “l’amplificatore”).

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

css.php